Benvenuti nella pagina dedicata a InDesign.

Ecco un breve tutorial, relativo alla creazione di un calendario, grazie a un plug-in gratuito, Calendar Wizard, che si può prelevare dal sito di Adobe: http://calendarwizard.sourceforge.net/

Naturalmente, parliamo di un calendario realizzabile con InDesign, grazie al grande Scott Selberg che ha creato lo script occorrente e che gradisce una donazione da chi vuole darla, per gratitudine, all'indirizzo predisposto https://www.paypal.com/cgi-bin/webscr?cmd=_s-xclick&hosted_button_id=7533952.

Cominciamo passo passo

Calendario con InDesign CS5 e CS6

1) Nel sito di Adobe, appena indicato, occorre scaricare Calendar Wizard, un'estensione che genera automaticamente un calendario, per un certo numero di anni a scelta.
2) Una volta scaricato, posizionate (per Mac OS X) i file dentro la cartella Adobe InDesign CS5 o CS6 > Scripts > Scripts Panel > Calendar Wizard. Per Windows, basta inserire la cartella Calendar Wizard dentro la cartella Scripts di Adobe InDesign CS5 o CS6. Rilanciate InDesign.
3) Il passo successivo consiste nel leggere il file che accompagna Calendar Wizard, dal titolo Readme.txt. Per chi conosce l'inglese è molto utile, specialmente per capire come fare se si hanno versioni precedenti a InDesign CS5. Comunque questo tutorial segue parzialmente quanto viene detto nel file Readme.txt.
4) Aperto InDesign CS5 o CS6, occorre aprire il pannello Script, tramite il menu Finestra > Utility > Script, dove troveremo il nostro Calendar Wizard.
5) Se proprio non vedete l'ora di creare il calendario, basta fare doppio clic sulla cartella Calendar Wizard e un doppio clic sul file CalendarWizard.js.
6) Si apre la finestra Adobe InDesign Calendar Wizard: Version 3.4.15. Vi trovate tutte le opzioni che vi servono per creare il calendario. Se volete sapere meglio come procedere, occorre che leggiate le considerazioni che seguono.
7) Un calendario può essere generato per tutta una pagina, in modo automatico, senza pensarci tanto sopra oppure considerando un certo numero di pagine già preparate in precedenza alle quali aggiungere il calendario.

Occorre prima tradurre ogni opzione presente nella finestra che vedete qui sopra.

First Month e Last Month indicano il primo mese e l'ultimo mese del calendario che si vuole produrre, scegliendo anche l'anno di inizio e di termine del calendario stesso. I mesi sono in inglese, ma facilmente traducibili "a orecchio".
Language permette di scegliere la lingua per la scrittura del calendario (nomi dei mesi, dei giorni della settimana e così via).
Start on serve per secegliere il giorno della settimana con il quale si vuole iniziare la settimana stessa (per esempio, gli americani iniziano con Domenica e noi iniziamo con Lunedì). E infatti è presente Sunday (Domenica) e Monday (Lunedì).
Date Rows consente di scegliere il numero di settimane per mese: Auto, 5 o 6. Auto si rivela la scelta più valida, perché compila automaticamente i mesi, secondo le settimane occorrenti. Se selezioniamo 5 e il mese prevede 6 settimane, l'ultima settimana presenterà una linea diagonale che separa in due l'ultima settimana. Se selezioniamo 6 e il mese prevede 5 settimane, sarà generata una settimana vuota. Evidentemente sono previste eventualità che non prevediamo nel nostro modo di pensare un calendario. Opterei per scegliere Auto senza alcun dubbio.
Count Work Week on riguarda il conteggio delle settimane: First Full Week conterà le settimane, comprendendo l'eventuale settimana precedente; Week including Jan 1 conterà le settimane a partire dal primo gennaio. Per esempio, in gennaio 2010 la settimana iniziava con Venerdì per cui si poteva considerare come la prima settimana (Week including Jan 1) oppure come la 52a dell'anno precedente (First Full Week). In effetti, il Venerdì di inizio faceva parte della settimana del 2009, ma per praticità poteva essere considerata come la prima settimana effettiva del 2010.
Include Mini-Calendar inserisce un mini calendario del mese precedente e seguente, nello stesso mese.
Include Work Weeks inserisce il numero progressivo delle settimane, in una colonna, nella parte a sinistra del calendario.
Include Non-Month Days inserisce i giorni che completano la settimana e che riguarderebbero il mese precedente e/o seguente. Sono i giorni che non riguardano il mese corrente. Per esempio, se il mese di Gennaio 2010 inizia con Venerdì 1, troviamo anche i precedenti Giovedì, Mercoledì ecc. che riguardano il mese di Dicembre 2009. Così, alla fine del mese di Marzo 2010, troviamo Mercoledì 31, ma anche Giovedì, Venerdì, Sabato e Domenica, che riguardano il mese successivo.
Highlight Sundays evidenzia con il colore rosso (di default) le Domeniche.
Highlight Holidays evidenzia con il colore rosso (di default) i giorni di Festa. Se una Domenica è anche una Festa, si capisce dal colore rosso con una variazione di stile del font.
Layer Options comprende 5 opzioni che riguardano i livelli: Use Calendar Layer permette di isolare in un livello a parte la struttura con le date, con il nome calDates - Add Holiday Layer isola in un livello a parte la struttura delle Feste - Add Picture Layer aggiunge delle cornici per inserire immagini, in un livello a parte, con il nome calPictures - Add Moon Phases aggiunge i simboli delle fasi lunari in un livello a parte, denominato calMoons (l'autore precisa di utilizzare queste indicazioni sulla Luna con prudenza per calcoli non precisissimi) - Add Text Layer crea un livello distinto per il testo delle celle e lo stile dei paragrafi, denominato calText.
Holiday Options presenta la possibilità di scegliere il tipo di Feste e con lo stile voluto (A, B, C, D).
From Current Frame (dalla struttura corrente) - From Custom Files (dai file personalizzati) - Christian (feste cristiane) - Christian 2009 2015 (feste cristiane dal 2009 al 2015) - Estonian (feste dell'Estonia) - Jewish (feste ebraiche) - Portugal (feste del Portogallo) - United States (feste degli USA) - United States 2009 2015 (feste degli USA dal 2009 al 2015). Invece, per lo stile desiderato (A, B, C, D) occorre sceglierne uno per ogni riga di festa prevista, altrimenti, selezionando A, B, C, D sarà scelto solo il primo, ovvero A.

Non occorre saperne di più per ottenere il calendario, ma sono presenti altre opzioni più sofisticate che possono essere esplorate tramite Readme in inglese, a cui facevo riferimento.
A sinistra abbiamo ottenuto un calendario in verticale e a destra uno in orizzontale (con due mesi per ogni foglio).
In riferimento alle figure qui riportate, diciamo come procedere per ottenerle.

1) Create una pagina verticale in InDesign, inserite l'immagine desiderata.
2) Tracciate con lo strumento T (di testo) l'area in cui volete sviluppare il calendario di un mese.
3) Fate doppio clic sullo script CalendarWizard.js (dal pannello Script).
4) Nella finestra che si apre, scegliete le opzioni volute e fate clic su OK.
5) In breve ottenete nel rettangolo deciso (vedi punto 2) lo sviluppo del calendario di un mese.
6) Ripetendo queste fasi, potete proseguire mese per mese, dando a ogni mese l'immagine voluta.
7) Per ogni rettangolo tracciato si possono ottenere altrettanti mesi, per cui con un'immagine possono essere abbinati più mesi.
8) Infine, è possibile ottenere 12 mesi automaticamente per 12 pagine, senza immagini, agendo sullo script CalendarWizard.js, senza aprire nessuna pagina in InDesign. In tal caso funzionano le scelte Landscape o Portrait per il formato orizzontale e per il formato verticale, scelte che si trovano nella parte inferiore della finestra del punto 4.