Curriculum
di Roberto F. Celano
Di formazione art director, insegnante e programmatore.
Scrittore e giornalista, organizza avvenimenti culturali in varie città.
Membro della giuria del premio Adobe Creative Trip, concorso di creatività.

Dalla Adobe International Limited Partnership è stato incaricato della supervisione dei termini italiani, utilizzati nel manuale cartaceo di Premiere che accompagna il software.

EDITORIA

Scrive per vari editori:

51 libri per MONDADORI: vedi PAGINA DEDICATA.
Premiere Pro CS4 - per APOGEO
InDesign CS5, InDesign CS6 - per TECNICHE NUOVE
CLEANER 5.0 – per Media 100, manuale per schede Media 100i – Creazione video
FILEMAKER PRO 5.5 – editore Addison Wesley
GOLIVE 4.2.1 – edizione in proprio – traduzione – pagine 579 – Web editing
LA FOTOGRAFIA DIGITALE – editore McGraw-Hill – collana Senza fatica
PHOTOPAINT 8 – editore McGraw-Hill – collana Senza fatica
PHOTOSHOP 5.0 – editore McGraw-Hill – collana Senza fatica
PREMIERE 4.2.1 – edizione in proprio – traduzione – pagine 474 – Montaggio video
PREMIERE 5.1 – edizione in proprio – traduzione – pagine 629 - Montaggio video
PREMIERE 5.1 RT – per Matrox, manuale per Matrox Digisuite e RT - Montaggio video
PREMIERE 6.0 – edizione in proprio – traduzione – pagine 953 - Montaggio video
USARE DATABASE – editore McGraw-Hill – collana Senza fatica

GIORNALISMO

Ha scritto nella rivista
BIT, del Gruppo Editoriale Jackson. Quale freelance, scrive anche per Micro & Personal Computer, mensile di Roma. Risulta fra gli sviluppatori di FileMaker Pro. Dal 1997 tiene corsi speciali per Adobe Acrobat, che ha usato per primo in Europa come prodotto multimediale (intervista del gennaio 1998 rilasciata su Adobe Magazine italiano).

Per il quotidiano
La Voce di Mantova ha curato per sette anni una rubrica dal titolo "Arte e invenzione".
Per il periodico Verona Sette ha curato una rubrica quindicinale su Macintosh.

Scrive per
Fotografia Reflex, Applicando.

CONVEGNI

Ha organizzato gli incontri sulla
Comunicazione del Terzo Millennio a Imola (gennaio 95) e Sassuolo (aprile 95): cinque serate complessive per dimostrazioni di navigazione Internet e di collegamento reti ISDN, con dibattiti sui relativi temi, in collaborazione con Telecom, Adobe System, Apogeo, Micro & Personal Computer.

Dal 3 al 5 maggio 1995 ha diretto, nell’ambito del congresso internazionale di Bologna,
LOGICA T sull’intelligenza e l’invenzione per la telecomunicazione del terzo millennio, le seguenti tavole rotonde: La città della telecomunicazione. Cultura telematica, efficacia pubblica. Le BBS e il loro apporto nella città artificiale. Idee e affari con Internet. Logiche dell’azienda telematica. Quale futuro per Internet? Sicurezza dei dati, business e intersettorialità.

A Mantova, il 14 ottobre 1996, ha convocato studiosi e ricercatori, imprenditori e psicanalisti, letterati e storici, nel convegno da lui organizzato presso l’Aula Magna "Isabella d’Este", dal titolo
La scrittura dai Sumeri alla telematica, avendo come ospite d’eccezione il prof. Carlo Sini, docente di Filosofia teoretica all’Università Statale di Milano, noto anche nel mondo scolastico perché da anni i suoi libri di filosofia sono stati adottati in vari licei italiani.

A Bologna, dal 1996, all’
Accademia di Belle Arti, ha organizzato i convegni:

1)
Il museo virtuale, per un dibattito sull’informatizzazione dei capolavori artistici e storici delle città di cultura, con la testimonianza, tra altre, dei Soprintendenti per i Beni Storici e Artistici di Bologna e di Mantova.
2)
Fotografia, scrittura della luce, per convocare ricercatori, fotografi, case di produzione hardware e software, scrittori, artisti, psicanalisti, cifranti, poeti, testimoni del corso nuovo, scandito da novità prima inudibili, come l’inalterabilità delle fotografie digitali nel tempo, la loro archiviazione infinita nei supporti CD e la loro rielaborazione in tempo reale.
3)
Immagine digitale e patrimonio artistico, per evidenziare che il patrimonio artistico oggi può e deve confrontarsi con l’avvento dei nuovi mezzi di comunicazione, in risposta a una esigenza di Soprintendenti, di storici dell’arte, per conservare, gestire e archiviare il patrimonio artistico di Musei, di Enti pubblici, di Fondazioni e di Gallerie private.
4)
Arte e Innovazione informatica, per fare il punto sull’archiviazione e sulla diffusione digitale per gallerie, collezioni e musei, tenendo conto delle sempre più emergenti esigenze di diffusione telematica.
5)
Informatica e arte. Produzione e archiviazione, per parlare di archiviazione digitale e telecomunicaizoni per gallerie, collezioni e musei.
6)
Internet, il museo planetario, per parlare di come il museo sia ormai a disposizione di tutti, tramite il Web.
7)
La scrittur@ dell'invisibile, per parlare di come l'invisibile sia da sempre fra noi.
8) 3D nell'archiviare, nell'esporre, nel produrre, per parlare di come la tridimensionalità interviene.
9) Il film: archiviazione, arte, racconto, per parlare del film della vita.
10) La mano intellettuale, per parlare dell'opera manuale che proviene dall'ingegno.
11) Il cervello digitale, per parlare di come il progetto si formuli nella comunicazione, parlando.

MULTIMEDIA

Per il Ministero per i Beni Culturali e Ambientali ha realizzato due multimediali relativi al Palazzo Ducale di Mantova:
Guida all’appartamento di Vincenzo I Gonzaga - Percorso barocco
Sintesi della inventariazione e cartellinatura di un percorso nel Palazzo Ducale di Mantova: Appartamento di Vincenzo I Gonzaga e Pinacoteca del '600. Il sistema adottato prevede la visione planimetrica d’insieme dell’appartamento e una visione dei singoli ambienti con le relative pareti, dove le opere sono collocate. Tale strumento risulta utile non solo ai fini della conoscenza e della relativa cartellinatura delle opere, ma anche ai fini della sicurezza degli ambienti e come strumento di lavoro per il personale di vigilanza del Museo.
Ciclo di affreschi del Pisanello
Informatizzazione dell’archivio fotografico sul Pisanello, dopo i restauri 1969/71, secondo una mappatura che mette in evidenza sinopie e affreschi del ciclo pittorico del Pisanello in Palazzo Ducale di Mantova.

Per la Basilica di S. Petronio ha realizzato la prima parte della catalogazione di pregevoli opere dal 1200:
Basilica di S. Petronio in Bologna
In ambiente Acrobat, catalogazione interattiva in cinque lingue.

Per gli enti promotori del lago d’Iseo ha realizzato due CD-ROM:
I laghi d’Iseo, di Endine e Terre di Franciacorta
In ambiente Acrobat, guida storica, geografica e artistica in sette lingue.

Accademia di Belle Arti di Bologna
In occasione dei convegni
Informatica e Arte, dal 1998 a Bologna presso l’Accademia di Belle Arti, ha realizzato vari multimediali in CD-ROM riguardanti gli Atti del Convegno.
In ambiente Acrobat, con filmati, collegamenti, pulsanti e animazioni.

Per la BASILICA DI SAN PETRONIO A BOLOGNA ha realizzato il sito, consultabile all'indirizzo http://www.basilicadisanpetronio.it
Per il grande pittore e poeta
SALVATORE GIRGENTI, ha creato il sito, consultabile all'indirizzo
http://www.salvatoregirgenti.it

CORSI

Nel 1984/85 - Con il finanziamento del
Fondo Sociale Europeo ha coordinato i corsi serali nell'Ente ACLI di Formazione Professionale En.A.I.P. di Bologna dal 1985 al 1990. Ha tenuto corsi di Logica delle relazioni; di Computer Macintosh® e di Grafica al computer Macintosh per operatori pubblicitari.

Nel 1989 è stato incaricato, dall'
Istituto Europeo per la Ricerca e lo Sviluppo di Nuove Tecnologie della Comunicazione di Ferrara, di tenere due seminari di una settimana ciascuno dal titolo DTP - Impaginazione grafica per computer Macintosh® all'Ecipa di Catanzaro e all'Enaip di Trento.

Nel 1992 è stato coordinatore e docente dei corsi Macintosh® all'
Ire Service Coop del gruppo Irecoop di Bologna, segnalati dalla rivista MacWorld Italia di giugno 1992.

Nel 1998 e 1999 sono proseguiti i suoi interventi nei
Fondi Sociali Europei (a Bologna, Mantova e Milano), come insegnante di Marketing nel mercato informatico e come insegnante di creazione di multimediali e di cinema al computer.

Per 15 anni ha tenuto corsi all’
Istituto dei Salesiani di Bologna.

Nell'anno accademico 2008/2009 è stato professore esterno di Tecnologia e Applicazioni Digitali all'Accademia di Belle Arti di Bologna.